Cervetri

Cerveteri3.jpg
cerveteri2.jpg
cerveteri1.jpg

Antica Caere, d’importanza etrusca e poi romana, è testimonianza di una civiltà che tutt’oggi traspare da ogni piccolo frammento di roccia vulcanica, sulla quale disegnarono le abitazioni.

Di notevole interesse è la Necropoli etrusca della “Banditaccia”. Qui sono conservate tombe di epoca intercorrente tra il VII e il II secolo a.C., tra le quali spicca la “tomba dei Rilievi”, dove sono ricostruiti nel tufo numerosi oggetti domestici etruschi. Centro propulsore della civiltà etrusca, dichiarata nel 2004 Bene Patrimonio dell’Umanità UNESCO, la Necropoli, che si snoda per più di due chilometri, è sicuramente la più imponente di tutta l’Etruria e una delle più monumentali dell’intero mondo mediterraneo. Le tombe monumentali, entro tumulo, sono scavate e in parte costruite nel tufo. Si tratta di monumenti che testimoniano il desiderio delle famiglie aristocratiche di mostrare la loro ricchezza e di perpetuare nell’aldilà un livello di vita di altissima qualità. n tal modo possono spiegarsi gli accumuli di beni di lusso quali vasellame in metallo prezioso, oreficerie, vasi figurati, bronzi, oggetti provenienti dalle zone del Vicino Oriente e dalla Grecia, oltre ad armi, cinturoni, rasoi, fibule, gioielli. Suggestivi gli interni, che imitano le case dei vivi a più ambienti con porte e finestre sagomate, colonne e pilastri, soffitti a travicelli e a cassettoni, mobili, letti funebri, talora suppellettili. Interessanti, inoltre, le tombe cosiddette “a dado”, che si allineano su vie sepolcrali a maglia regolare e ci restituiscono l’immagine di un contemporaneo quartiere urbano.